Oggi con Maurizio Martina, ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, abbiamo parlato di cose concrete per la Sicilia. Di misure già in atto e di progetti per il futuro. A noi le chiacchiere, gli spot elettorali e le promesse buone per ogni campagna elettorale non interessano. Non interessano agli agricoltori, ai pescatori. Maurizio Martina ha parlato di agricoltura e delle misure di intervento nazionale pluriennale contro l’emergenza Tristeza sugli agrumi. Ha ribadito che il governo nazionale destinerà risorse nel piano di intervento con la prossima legge di bilancio. “In particolare le misure saranno stanziate per supportare i reimpianti – ha detto – Dovremo andare avanti poi anche nel medio tempo, ma la cosa importantissima è partire adesso. Abbiamo visto che la misura adottata per la produzione del grano sta producendo effetti interessanti e vogliamo valorizzarla, migliaia di aziende agricole produttrici di grano in questa terra stanno utilizzando questo premio dedicato”.
Maurizio Martina ha anche annunciato il ricorso alla Corte di Giustizia Europea contro il regolamento europeo sulla pesca del pesce spada. Su questo faremo battaglia perché pensiamo che il modello che ci ha proposto l’Europa non sia utile a garantire i pescatori siciliani. Il nostro obiettivo è garantire sempre più tracciabilità e riconoscibilità delle produzioni locali, in etichetta sui prodotti. Il governo nazionale lo ha già fatto, garantendo l’obbligo di origine della materia prima, per il grano, il riso, il latte e firmando, proprio due giorni fa, per il pomodoro.
Insomma, per noi l’agricoltura, la pesca e tutto ciò che di buono la nostra Isola ha, va difeso e promosso.

Commenti